Nei punti vendita delle località di vacanza la vendita non può durare tutto l’anno, quindi il lavoro va concentrato all’interno di una stagione. Capita spesso, però, che i commercianti abbiano l’abitudine di massificare i prodotti, e metterne quindi troppi in esposizione.
L’allestimento delle vetrine in estate spesso segue queste logiche perché molti negozianti pensano – sbagliando – che il cliente, essendo in ferie, si fermerà per un tempo limitato e ci sarà quindi la necessità di far vedere più merce possibile.
E questo fa nascere anche nella clientela la domanda: «fare acquisti nei negozi al mare conviene?».
La risposta potrete darla voi, lavorando al meglio sulla vostra immagine e valorizzando i punti di forza del vostro negozio. In questo troverete un’aiuto fondamentale nell’arte vetrinistica e visual merchandising

ALLESTIRE LA VETRINA IN UNA LOCALITÀ TURISTICA 

Come abbiamo già anticipato, esporre troppi prodotti in vetrina non porta benefici. Anzi, tutto ciò è sbagliato, perché una vetrina deve essere allestita anche in questo caso seguendo i giusti concetti espositivi.
Ed è proprio partendo da queste basi che si può fare in modo che la merce  abbia maggiore visibilità.
È fondamentale, inoltre, che l’allestimento sia supportato anche da una decorazione della vetrina che dia un valore ancora maggiore al prodotto stesso.
Seguendo questi metodi espositivi per il vostro negozio potrete ottenere qualcosa di più accattivante e attrattivo.
Dobbiamo sempre ricordarci che una delle regole della vendita è quella di cercare di entrare nella sfera emotiva del cliente: in questo modo potremo distinguerci dalla concorrenza e vendere in maniera più efficace.

 

visual merchandising per negozi per turisti
Flavio organizza l’esposizione per incontrare i gusti del turista

 

Visual merchandising, due consigli di base

Ma se la vetrina è il primo biglietto da visita del nostro negozio, non ci dobbiamo dimenticare di fare molta attenzione ad applicare correttamente le tecniche di Visual Merchandising.
Anche in questo caso la merce esposta dovrà seguire i giusti concetti. Le regole di base sono tanto semplici quanto efficaci. Se vi chiedete come si espone in un negozio, la risposta è in questi due pilastri.
Anzitutto non si devono riempire gli interni con stand o scaffalature che impediscono la giusta circolazione delle persone all’interno; in secondo luogo dobbiamo mettere il nostro cliente in contatto con la merce nel modo migliore per facilitarne l’acquisto.

COME ATTIRARE L’ATTENZIONE DEI TURISTI STRANIERI

Ultimo punto di questo articolo, ma non meno importante, è stare attenti a non sottovalutare il turista.
In diverse località turistiche italiane, c’è un grosso afflusso di stranieri, provenienti principalmente da altri Paesi europei.
Considerate che chi proviene da nord rispetto all’Italia, ha un tipo di attenzione completamente diverso.
Per attirare clienti stranieri in negozio non si può improvvisare. La loro cultura in materia di vetrinistica e Visual Merchandising è di molto superiore alla nostra, le loro città hanno le vetrine dei negozi sempre allestite nella maniera migliore, quindi la loro abitudine al bello e all’attrattivo è una cosa che è già scritta nel loro DNA.

Flavio Baido
Flavio Baido
Sono un formatore professionista, maestro d'arte vetrinistica e visual merchandising. Nel 2008 ho fondato Studio Comunicazione Visiva, dopo aver maturato un'esperienza più di oltre vent’anni nel settore. Tra i brand con cui ho collaborato ci sono Diesel, Think Pink, Paul & Shark, Telecom, World Gem. Realizzo in tutta Italia allestimenti per il retail e il settore fieristico. Ho ideato e progettato stand per Pitti Firenze, fiere di Milano, Roma, Pordenone, Monaco di Baviera e Colonia.

Negozi e vacanze, come vendere ai turisti

di Flavio BaidoTempo di lettura 2 min